Guida
Primo piano di un giovane atletico a torso nudo e barba curata in pantaloncini neri che tiene in rack position una kettlebell da competizione da 16kg

Guida 2021: quale kettlebell comprare per non sbagliare?

Orientarsi nella selva delle kettlebell disponibili online sta diventando sempre più complicato. In questo post recensiamo alcune tra le marche più note di kettlebell in commercio valutandone pregi e difetti…

Allenarsi con le kettlebell

Le kettlebell sono una valida alternativa all’allenamento con i pesi e possono aiutare a migliorare coordinazione, resistenza, agilità e forza. Sfortunatamente però, sta diventando sempre più difficile scegliere quale kettlebell acquistare: forma della kettlebell , diametro e forma dell’impugnatura variano sensibilmente da produttore a produttore e, per gli sportivi alle prime armi con questi attrezzi, decidere quale comprare può rivelarsi più arduo di quanto non si sarebbe portati a pensare.

Ho pensato questa veloce guida per aiutare tutti quegli sportivi che, desiderosi di iniziare ad utilizzare le kettlebell nei loro allenamenti, si guardano attorno ma faticano a scegliere il prodotto giusto.

Io stesso, ho provato molte, se non tutte le kettlebell che trovate recensite qui di seguito e, se avessi avuto a disposizione una guida come questa, avrei risparmiato tanto denaro e anche una buona quota di frustrazione.
Mettiamoci al lavoro, dunque, e cerchiamo di trovare una risposta alla domanda: “Quale kettlebell comprare?”

Kettlebell Decathlon

Sito web: https://decathlon.it/

Le kettlebell Domyos sono tra le più economiche e tra le più facilmente reperibili sul mercato italiano (eccezion fatta, forse, per il periodo pandemico ancora in corso). Nella versione corrente, la sagoma dell’impugnatura è rettangolare, con i corni leggermente arrotondati, e il fondo è rivestito in gomma. Decisamente un plus per chi le utilizza all’interno delle mura domestiche e ha una pavimentazione che si graffia facilmente.

Sfortunatamente, come tutte le kettlebell in ghisa, le dimensioni della “sfera” e dell’impugnatura variano sensibilmente al variare del peso. Quindi, non solo la kettlebell da 8kg sarà molto più piccola di quella da 16kg - a occhio è circa la metà! - ma anche il diametro delle rispettive impugnature sarà piuttosto diverso.

Le kettlebell Domyos (Decathlon) sono tra le più economiche sul mercato. Il design non è male e nel tempo è stato notevolmente migliorato. Forma e dimensione dell’impugnatura, però, non vanno bene.

E, se è vero che per l’uso occasionale possiamo anche chiudere un occhio su questa particolarità, è anche vero che, se siamo interessati a inserire in modo stabile le kettlebell nella nostra routine di allenamento, dobbiamo aver presente che la variabilità di questi due parametri complica l’apprendimento della tecnica dei vari esercizi. Anzi, in certa misura è la tecnica degli esercizi che va adattata alle kettlebell e, generalmente, questo non è un bene. Proprio in questi giorni, tra un allenamento e l’altro, ho notato che il diametro dell’impugnatura della mia kettlebell domyos da 16kg che - ahinoi, sta prendendo polvere in garage - è persino più ampio di quello delle kettlebell da competizione che utilizzo in allenamento.

Quelle di Domyos sono le prime kettlebell che ho acquistato e, in tutta onestà, sono quelle che ho utilizzato meno di tutte. Con queste kettlebell ho fatto una certa fatica a imparare lo swing oscillatorio, il clean (la portata al petto), lo strappo e lo slancio.

Vanno bene per farci un po' di power swing, occasionalmente, o per allenare la parte inferiore del corpo senza grosse pretese, al più per fare un po' di interval training, ma se siamo appassionati di complex e di flow, o se vogliamo imparare i sollevamenti del kettlebell lifting, ci troveremo subito in difficoltà quando dovremo cambiare la tecnica di esecuzione degli esercizi non appena utilizzeremo delle kettlebell più pesanti. Senza contare che sarà praticamente impossibile imparare una tecnica di esecuzione corretta.

  • 5
    Prezzo
  • 3
    Qualità
  • 2
    Geometria
  • 2.5
    Totale
Giudizio complessivo:
🤔 passabile

Kettlebell in vinile

Sito web: n.d.

Le kettlebell in ghisa ricoperte in vinile sono tra le peggiori che si possano acquistare.

Eccezion fatta per le pezzature sotto i 6kg, al più utili per fare un po' riabilitazione, il prezzo per le pezzature “allenanti” non è per nulla conveniente. Fanno leva sul colore e sul design per attirare gli acquirenti - e le acquirenti - meno smaliziati/e.

Una kettlebell in vinile da 18kg di colore blu e con impugnatura di colore nero.
La forma delle kettlebell in vinile è scomoda e non consente di eseguire gli esercizi in modo corretto. Le si trova, purtroppo, in molte palestre, ma sono adatte al più a un uso occasionale e non a chi desidera allenarsi con costanza.

L’impugnatura dalla forma triangolare è tra le più scomode che si possano trovare e, anche in quanto a dimensioni della sfera non stiamo messi bene: troppo piccola per garantire un appoggio solido in rack e il comfort giusto in clean e fissazione.

Non facilitano l’apprendimento del clean (portata al petto) e favoriscono la formazione di ematomi sugli avambracci che, per i neofiti delle kettlebell, costituiscono una inevitabile tassa da pagare. Possiamo così scordarci di diventare maestri dello snatch (strappo) o anche solo dello swing.

Vanno bene per donne e uomini di mezza età annoiati - chi scrive ha 43 anni e fa parte della categoria - che sognano di diventare sportivi allenandosi negli intervalli pubblicitari delle trasmissioni tv o mettendo in pausa i film su Netflix.

Da lasciare dove si trovano.

  • 2.5
    Prezzo
  • 2
    Qualità
  • 0.5
    Geometria
  • 1.5
    Totale
Giudizio complessivo:
😫 scarso

Kettlebell Sidea

Sito web: https://sideaita.it/

Finalmente delle kettlebell da competizione degne di questo nome.

All’inizio del mio percorso nel kettlebell lifting, ne ho acquistate di diverse pezzature - andando a tentoni - (parleremo in un post successivo proprio di quali pesi scegliere per cominciare) e le ho trovate comode, solide e con misure di tutto rispetto.

Sidea le vendeva inizialmente a un prezzo conveniente, ma poi gli investimenti pubblicitari che vedono l’azienda di Gambettola sempre in cima ai risultati dei motori di ricerca, devono aver iniziato a incidere in modo significativo sul loro fatturato e hanno probabilmente contribuito ad un significativo aumento dei prezzi. Sidea offre anche un listino per professionisti del fitness che immagino vedrà prezzi più favorevoli.
Tuttavia, per l’utenza privata, non ci sono offerte particolari per l’acquisto di coppie di kettlebell o di set completi. Eventualità, questa, che capita piuttosto spesso.

Le kettlebell da competizione di Sidea si contraddistinguono per essere ben bilanciate e per una forma dell’impugnatura confortevole. Attenzione però: le pezzature dai 20kg in su tendono a evidenziare i limiti di questo tipo di ghiria.

Torniamo alla ghiria. La sfera ha un diametro “giusto” anche se non perfetto, e l’impugnatura è sufficientemente spaziosa da garantire un’incastro della mano più che soddisfacente e che non porta ad avere eccessiva pressione sugli avambracci. Punto a sfavore di rilievo, è il trattamento antiruggine dell’impugnatura.

Chiunque pratica kettlebell lifting sa che il carbonato di magnesio non aderisce bene sulle impugnature trattate o verniciate. Quindi, quando ci si trova di fronte a un’impugnatura di questo tipo, già si sa che ci si dovrà armare di carta abrasiva e di pazienza per riportare alla luce l’acciaio poroso dell’impugnatura.

Nel caso specifico, il trattamento delle kettlebell Sidea è bello tosto da scartavetrare! Quindi, se decidete di acquistarle, tenete in considerazione che questo è un lavoro da fare. Personalmente, mi sono scartavetrato anche le kettlebell da 12kg perchè, utilizzandole in estate, senza carbonato di magnesio scivolano via che è un piacere. Fidatevi, la verniciatura fa la differenza, soprattutto quando inizierete ad aumentare il minutaggio dei vostri esercizi.

Un ulteriore elemento che non mi ha impressionato favorevolmente, ma siamo già nel regno della pignoleria, è il diametro dell’impugnatura di 33mm, che non è esattamente uno standard; infatti, la F.I.K.S. (Federazione Italiana di Kettlebell Sport) adotta delle ghirie la cui impugnatura ha un diametro di 35mm. In ogni caso, questo elemento non compromette in alcun modo la validità di questo prodotto che, se acquistato, vi accompagnerà per ore e ore nei vostri allenamenti.

  • 3
    Prezzo
  • 4
    Qualità
  • 4
    Geometria
  • 4
    Totale
Giudizio complessivo:
😄 buono

Kettlebell da competizione Kettleblaze

Sito web: https://kettleblaze.store

Considerate questa kettlebell come una fuori concorso tra le tante che qui analizziamo: si tratta infatti della linea di kettlebell da competizione che io stesso produco.

Dopo mesi e mesi di prove ed errori, mi sono chiesto se mai sarebbe stato trovare una kettlebell con una geometria il più vicino possibile agli standard delle federazioni internazionali ma che allo stesso tempo avesse un costo ragionevole. E così, dopo tanto ingegnarsi, sono nate le Kettleblaze.

Le kettlebell da competizione Kettleblaze hanno buona geometria - rispettano gli standard - e hanno un costo molto accessibile.

Se volete imparare a utilizzare le kettlebell, vi posso garantire sono la scelta più conveniente: hanno un prezzo estremamente accessibile, sono solide, hanno una impugnatura confortevole e con ampio spazio per la mano e vi danno una buona stabilità in rack position e in fissazione.

Inoltre, sono un valida scelta anche per chi pratica cross-training: la forma dell’impugnatura è fatta per agevolare anche chi non è un esperto di kettlebell sport e vuole usare le kettlebell per fare squat, stacchi, spinte e tutto quello che si desidera!

L’impugnatura non è trattata ed è semplicemente lucidata meccanicamente. Quindi, anche per le kettlebell Kettleblaze, vale quanto scritto per le Olympians: una passata di carta abrasiva e via, sono pronte per l’uso!

Unica differenza? Il prezzo, che è molto più conveniente. La kettlebell da competizione da 16kg costa solamente € 57,00, circa 20-30 euro in meno rispetto a quanto proposto dagli altri rivenditori. Inoltre, se si acquistano in coppia o in set (formula che consiglio anche per gli altri rivenditori perchè permette di risparmiare sulle spese di spedizione) costano ancora meno.

  • 4.5
    Prezzo
  • 4.5
    Qualità
  • 3.5
    Geometria
  • 4.5
    Totale
Giudizio complessivo:
😁 Buono

Kettlebell Spart Fitness

Sito web: https://www.spartfitness.it

Viste nella palestra in cui mi allenavo, ho deciso di acquistarne una da 12kg volendo iniziare a utilizzare un’impugnatura con un diametro analogo alle kettlebell che si trovano in pedana, cioè 35mm, e su promessa del rivenditore che l’impugnatura non fosse verniciata.

A conti fatti, nonostante la buona qualità del prodotto e le valide geometrie - diametro della sfera, diametro dell’impugnatura e forma dell’impugnatura sono molto buoni, è la kettlebell che ho rivenduto più in fretta. In primo luogo perchè il prezzo era eccessivo rispetto al valore aggiunto dato dal diametro regolare dell’impugnatura. Inoltre, purtroppo, il trattamento dell’impugnatura rende la ghiria molto scivolosa e, non appena le mani incominciano a sudare, la kettlebell tende a scivolare dalle mani. Esperienza condivisa anche da altri sportivi con i quali mi alleno.

Anche in questo caso, è richiesta una bella passata di carta abrasiva per rendere l’impugnatura più porosa e poter così utilizzare il carbonato di magnesio.

Le kettlebell da competizione Spart fitness sono di buona fattura e ben bilanciate. Sono però molto costose e richiedono una passata di carta abrasiva sull’impugnatura.

Strappo, slancio e swing si eseguono senza alcun tipo di difficoltà e la kettlebell è sicuramente consigliabile a tutti coloro i quali vogliono iniziare a praticare il kettlebell lifting. Nel complesso però, considero questo un prodotto più adatto alle palestre che hanno bisogno di un attrezzo con un bel design e che duri nel tempo senza perdere il proprio smalto, piuttosto che agli sportivi che praticano cross-training o kettlebell lifting per i quali, spesso, il prezzo elevato costituisce uno scoglio non superabile.

  • 2
    Prezzo
  • 4
    Qualità
  • 4.5
    Geometria
  • 3.5
    Totale
Giudizio complessivo:
😄 buono

Kettlebell Kingsbox

Sito web: https://kingsbox.it

Le kettlebell da competizione di Kingsbox, nella versione 2.0, si contraddistinguono per la verniciatura a polvere della sfera e la forma quasi rettangolare dell’impugnatura.

Acquistai una kettlebell da 16kg ancora prima di iniziare ad imparare i rudimenti del kettlebell lifting e la provai all’interno di circuiti di allenamento a intervalli con power swing, squat, affondi, farmer walk ecc… Il design della versione 2.0 si propone come un compromesso tra le kettlebell utilizzate nel mondo del cross training e quelle adottate nel kettlebell lifting. Seguendo la scia del più noto, soprattutto oltreoceano, https://kettlebellkings.it/.

Nel caso delle kettlebell da competizione di Kingsbox, però, il diametro della sfera è un po' troppo ampio e lo spazio lasciato alla mano per entrare in presa carpea è veramente esiguo. Questi difetti la rendono poco adatta a tutti gli esercizi in cui la ghiria va portata al petto e poi spinta sopra la testa (nello strappo e nello slancio, ad esempio). La pressione esercitata dalla ghiria sull’avambraccio, proprio mente la si spinge in alto, in alcuni casi, può risultare dolorosa - nel mio caso il dolore era piuttosto forte - da costringere sostituire l’attrezzo.

Le kettlebell da competizione di Kingsbox sono robuste e hanno una impugnatura larga (37mm di diametro) ma poco spazio per la mano. La geometria andrebbe rivista.

Se dal punto di vista della qualità di fabbricazione siamo di fronte senza dubbio ad un buon attrezzo, dal punto di vista della geometria non possiamo dire la stessa cosa: difficile vedersi in gara con queste ghirie, nei 10 minuti di slancio o nello slancio completo; anche in allenamento, però, quando i volumi si fanno più elevati, si possono avvertire i limiti accennati e rendere meno produttive e meno piacevoli le nostre sessioni.

Per tutte queste ragioni, non mi sento di consigliarvi le kettlebell da competizione di Kingsbox: sul mercato italiano, a parità di prezzo o quasi, se ne trovano delle migliori (Sidea e Spart in primis).

  • 2.5
    Prezzo
  • 3.5
    Qualità
  • 2.5
    Geometria
  • 2.5
    Totale
Giudizio complessivo:
😖 mediocre

Kettlebell Olympians

Sito web: https://www.olympianstore.it/it/

Le kettlebell da competizione di Olympians si contraddistinguono per la geometria praticamente perfetta: diametro della sfera vicino all’ideale, ampio spazio lasciato alla mano per l’ingresso in presa carpea, sagomatura quasi completamente arrotondata e diametro dell’impugnatura adeguato.

Pochi fronzoli ma estremamente robuste e capaci di durare a lungo nel tempo.

Con queste ghirie ho lavorato a lungo in fase di apprendimento e mi sono sempre trovato molto bene. Inoltre, sono tra le pochissime kettlebell che hanno l’impugnatura non trattata e quindi, con una leggerissima passata di carta abrasiva che richiede 5 minuti, sono subito pronte per assorbire il carbonato di magnesio. Questo può esporre l’impugnatura alla ruggine e nel contempo dare all’attrezzo un che di vissuto che, agli habituè delle palestre chic non piacerà, mentre gratificherà molto i veri sportivi.

Le kettlebell da competizione di Olympians si caratterizzano per la geometria estremamente valida e per l’impugnatura non trattata. Il diametro dell’impugnatura è di 33.4mm, costituisce un accettabile compromesso tra comfort e standard da competizione.

Unici nei sono il prezzo, decisamente alto, e la non facilissima reperibilità. Ma se decidete di acquistare queste kettbell da competizione non rimarrete delusi; sia che le acquistiate per fare cross training sia che le acquistiate per praticare kettlebell lifting non vi lasceranno di certo a piedi nelle sessioni più impegnative.

  • 3
    Prezzo
  • 4
    Qualità
  • 4.5
    Geometria
  • 4.5
    Totale
Giudizio complessivo:
😄 buono

Kettlebell NoBrand Strength

Sito web: n.d.

La prima impressione che ho avuto non appena ho preso in mano una kettlebell da 16kg di NoBrand Strenght è stata:- “Ma è un macigno!”. E non mi riferisco alla solidità dell’attrezzo, ma alla distribuzione del peso prevalentemente sul fondo della ghiria. Un’impressione di certo non convincente.

Devo però dire che, con l’utilizzo, si fa l’abitudine a questo sbilanciamento, soprattutto se si allena lo slancio (jerk) o lo slancio completo (long cycle), mentre per quanto riguarda lo strappo resta comunque la sensazione di avere in mano un attrezzo che, anche in fase aerea, tende a rimanere un po' basso a parità di forza impressa rispetto alle altre marche di kettlebell. Poco male: si tratta di difetti che possono penalizzare significativamente solo in rari casi.

La sagomatura dell’impugnatura, con una curvatura morbida ma non estremamente accentuata, costituisce un soddisfacente compromesso tra la stabilità in incastro richiesta nello slancio e nello slancio completo, e la “rotondità” molto comoda quando si incastra la mano nello strappo. Il diametro della sfera è lievemente abbondante e, nel complesso, l’attrezzo è un poco più alto dei 28cm regolamentari; fattori che non pregiudicano in modo significativo le prestazioni anche se contribuiscono a una sensazione complessiva di bilanciamento non perfetto.

Le kettlebell da competizione NoBrand Strength sono sufficientemente bilanciate e di discreta fattura. Molto confortevole l’impugnatura il cui diametro è di 35mm

Qualitativamente non mi hanno colpito: la verniciatura è fatta alla meno peggio - vi sono diverse aree rugose in cui ci sono degli accumuli di vernice - e l’interno della kettlebell risulta già staccato dalle pareti interne in modo consistente (come potete sentire nel video qui sotto in cui faccio suonare una kettlebell come fossero delle maracas).

A volte capita che il riempimento si stacchi dall'interno

Positivo invece il fatto che la maniglia è semplicemente lucidata e ha da subito una discreta porosità per l’adesione del carbonato di magnesio.

È una kettlebell che consiglio a chi ha limiti di budget significativi, a patto di tollerare una qualità del prodotto non entusiasmante e un bilanciamento che dovrebbe essere migliore.

  • 4.5
    Prezzo
  • 3
    Qualità
  • 3.5
    Geometria
  • 3.5
    Totale
Giudizio complessivo:
🙂 discreto

Ricapitoliamo

Abbiamo passato in rassegna alcune tra le più note marche di kettlebell in vendita sul mercato Italiano e come abbiamo visto, vi sono almeno 3 fattori da tenere in considerazione quando si acquista una kettlebell: prezzo, geometria/forma e qualità.

Se vogliamo un’attrezzo economico e senza grosse pretese, ci possiamo orientare verso le kettlebell Decathlon, soprattutto se siamo interessati alle pezzature da 8kg e 12kg che sono quelle più maneggiabili da chi è alle prime armi e vuole dedicarsi a un po' di allenamento di resistenza.

Se invece vogliamo una kettlebell da competizione vera e propria, attrezzo verso il quale mi orienterei, e il prezzo non è un problema, Sidea e Olympians hanno delle proposte molto valide così come pure Spart Fitness. Il pregio di queste kettlebell è che sono disponibili diverse fasce di peso, quindi avrete anche la possibilità di allenare i gruppi muscolari della parte inferiore del corpo prevalentemente, ma non soltanto, con un elevato numero di ripetizioni. Eseguire dei power swing con una kettlebell da competizione di 20kg non solo è un ottimo esercizio aerobico ma può aiutare anche chi desidera perdere peso. Inoltre, con le kettlebell da competizione potrete creare il vostro allenamento per tutto il corpo avendo a disposizione una vasta serie di esercizi che metteranno alla prova forza, resistenza e agilità.

Se avete un budget ristretto, ci sono le kettlebell da competizione di NoBrand Strenght. Sono le meno costose in assoluto, ma hanno alcuni difetti come la stabilità da migliorare e una forma non perfettamente standard, così come una fattura non eccellente.
Se però non volete scendere a compromessi con la qualità e volete una kettlebell da competizione standard, usata in tutte le competizioni di kettlebell sport sul territorio italiano, una kettlebell che vi dia anche quel qualcosa in più nei vostri allenamenti, vi suggerisco le Kettleblaze. Costano sensibilmente meno di tutte le altre kettlebell da competizione di marca - eccezion fatta per le NoBrand Strenght - ma, se acquistate in coppia o in set, il prezzo è ancora più basso.

Potete dare un’occhiata a questo post per una comparazione dei prezzi 2021 delle kettlebell da competizione in vendita sul mercato italiano.

Per qualsiasi informazione o richiesta scrivete a: cristian@kettleblaze.blog

Alla prossima!
#alwayslifting

Potrebbero interessarti

Come ti è sembrato il post ?

Se ci fai conoscere la tua reazione, non solo ci aiuti a migliorare i nostri contenuti, ma puoi anche aiutare gli altri utenti a trovare rapidamente gli articoli più interessanti!

Sai che se ti iscrivi alla nostra newsletter ricevi subito uno sconto dell'8% sul tuo primo acquisto!?